Young Royals – stagione 1

Trama: il principe Wilhelm di Svezia, all’ennesimo scandalo che imbarazza la famiglia reale, viene inviato contro la sua volontà ad Hillerska, un collegio per giovani rampolli e aristocratici. Qui conoscerà il borsista Simon, di cui, senza neanche rendersene conto, si innamorerà profondamente.

Anno: 2021   Paese: Svezia
Titolo originale: Young Royals   Episodi: 6
Durata: 45min   Genere: dramma, LGBTQ+   Voto: 3,8/5

Cosa accadrebbe se un giovane principe, figlio di una granitica monarchia europea, capisse di essere gay? Questa l’interessante provocazione lanciata da Young Royals.

Nell’epoca in cui, nonostante le grandi lotte per i diritti sociali, a tenere banco sono i bisticci tra William e Harry d’Inghilterra e in tanti amiamo The Crown santificando la Principessa Diana, la Svezia si inventa una serie tv che sembra teen drama – ma non è, e serve a mostrarci il grottesco che regna sovrano – scusate il gioco di parole – in buona parte del mondo civilizzato.

Young Royals, comparso in sordina nel catalogo Netflix, e ancora non entrato nell’Olimpo delle produzioni più apprezzate (ma ne vedremo delle belle), con estrema delicatezza e cura dei particolari, ci fa conoscere Sua Altezza Reale, il Principe Wilhelm., imprigionato nella sua stessa vita prima, e nel collegio esclusivo di Hillerska poi, per essere tenuto lontano dagli imbarazzanti guai che continuano ad inseguirlo.

Proprio ad Hillerska, scena dopo scena, ci dimenticheremo del Principe, conoscendo semplicemente Willie, così come, in confidenza, inizierà a chiamarlo Simon, Cenerentola gay dei giorni nostri, che poco si sposa – scusate l’altro gioco di parole, non lo faccio a posta – con il reale sogno alla Kate, di sposare un giovane principe ereditario, nonostante i nonni minatori.

Voi, poco avvezzi alle questioni di corte, vi domanderete: “ma qual è il problema nel 2021, se un principe fosse gay? Ma che figata gli stendardi arcobaleno!” E no, non tutto si risolve con un girotondo!

Come potrebbe mai continuare la dinastia pura, linda e pinta di una famiglia reale se i due consorti non potessero procreare in modo naturale?

Ed ecco il nodo che, se ad ora Wilhelm e Simon si pongono solo in senso lato (preoccupandosi giustamente più di questioni immediate come la difesa della loro privacy da non dare in pasto agli sciacalli conservatori), presto attanaglierà le loro vite che, spoiler a parte, già così non è che proprio scorra a gonfie vele, sebbene l’amore non manchi. Insomma: si esige la seconda stagione SUBITO.

A presto,

Giancarla.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...