21 giorni di Abbondanza, la catena social di meditazione che ti spinge a migliorare la tua vita: le singole tappe e la mia esperienza

Oggi vi racconto della mia esperienza con i 21 Giorni di Meditazione: Creando Abbondanza di Deepak Chopra.

Deepak Chopra è un medico indiano, praticante di meditazione trascendentale e meditazione del suono primordiale, insignito nel 1998 del Nobel per la fisica che, grazie alla sua visione della fisica quantistica applicata alla vita, alla libertà e alla ricerca della felicità, è diventato un Maestro di spiritualità fondando il Centro Chopra e promuovendo percorsi di meditazione noti in tutto il mondo. Uno di questi percorsi è Creando Abbondanza, un cammino di 21 giorni in cui, passo dopo passo si destruttura la propria visione stereotipata dell’Abbondanza in termini materiali e spirituali e si impara a concepirla come qualcosa di intrinseco nell’Universo che, se ci si predispone correttamente, può giungere a noi con estrema naturalezza.

Detto questo, poiché i social ormai fanno parte del nostro quotidiano più di quanto vogliamo ammettere, qualcuno ha pensato bene di prendere le tracce dei 21 Giorni di Meditazione e di costruirci una sorta di catena di sant’Antonio che alla meditazione unisce dei Compiti quotidiani volti all’introspezione. Il fine ultimo è quello di condividere con gli altri le tre settimane di crescita spirituale.

Più nel dettaglio, a fine febbraio, un’amica mi ha inserita in un gruppo Whattsapp in cui spiegava quanto detto poco più su, chiedendoci se anche noi del gruppo chiamato non a caso 21 giorni di Abbondanza, volessimo prendere parte a questo percorso. In discreto numero abbiamo accettato e dal giorno successivo abbiamo iniziato a ricevere mattina dopo mattina Compiti da svolgere e Tracce meditative. Al terzo giorno, il Compito che mi si è posto è stato quello di creare a mia volta un gruppo meditativo in cui far iniziare il cammino, nelle vesti di Guida, ad altre persone a me care. E’ cosi che per quasi un mese, ogni giorno, mi sono “costretta” alla meditazione e alla riflessione sulla mia vita.

Oggi, a conclusione dei due cammini, sia in qualità di Membro di un gruppo che in qualità di Guida, con voi vorrei tirare le somme.

Nonostante l’assurdità che può apparire il seguire un gruppo di meditazione su Whattsapp, devo dire che l’esperienza è stata più appagante e coinvolgente di quanto immaginassi. Il solo fatto di avere uno scambio quotidiano di buoni propositi con altre persone, è stato di per sé un piacere a cui la necessità di portare a termine un compito giornaliero ha aggiunto un po’ di brio e tanta consapevolezza.

In questi 21 giorni mi è stato chiesto di stilare una lista di persone significative, di esprimere chi secondo me è appagato dalla propria vita e chi no; mi sono trovata a riflettere sul rapporto con mia madre, con le mie amicizie e con il mio paese d’origine, il tutto condito da meditazioni profonde di circa 20 minuti ogni giorno, scandite dalla voce di Deepak Chopra. Una bella sfida, un bell’impegno con me stessa e con chi ho intorno: ho dovuto ritagliarmi sempre un momento per me stessa nonostante i viaggi a Roma, il lavoro e la vita di tutti i giorni; ho dovuto essere sincera con me stessa e comprendere chi ho attorno e quale peso può avere sul mio benessere psicofisico; ho rivisto alcune dinamiche di pensiero come il convincersi o meno di essere fortunati o sfortunati o che molte cose ci travolgono senza poter fare nulla. Insomma, proprio una bella sfida, una bella sfida con Me stessa.

Non è stato semplice neanche guidare un gruppo dato che ho deciso di modificare alcune regole rispetto al gruppo originario – che richiedeva il resoconto dei compiti e, se le scadenze non erano rispettate, si veniva eliminati: ho scelto invece di ammorbidire tale aspetto, di non pretendere risposte da nessuno né di eliminare nessuno qualora non avesse svolto il compito, così da permettere a tutti, anche solo in modo passivo, di prendere parte al percorso. Tuttavia anche questa è stata una bella sfida poiché mi sono trovata a scrivere in un gruppo in cui a volte nessuno rispondeva, dovendo accettare la “frustrazione” di non avere feedback, e non è stato sempre facile considerato anche che non si trovano le tracce di meditazione in italiano e che io, giorno dopo giorno, mi mettevo a tradurle per renderle comprensibili a tutti. Anche questo comunque mi è servito poiché notavo che tutti leggevano e io, riascoltando più volte i messaggi di Deepak Chopra, ho potuto interiorizzare meglio molti concetti.

Ora, nell’ipotesi in cui a vostra volta abbiate voglia di imbarcarvi in questo percorso (da soli o in gruppo), e non capiate né inglese né spagnolo, di seguito troverete per filo e per segno, giorno dopo giorno, non solo i compiti da svolgere e i link delle tracce meditative ma anche la mia traduzione alla voce Mantra. Abbiate pietà nel caso in cui invece siate abili anglofoni o ispanofoni perché le mie traduzioni sono a senso in quanto fare le traduzioni letterali sarebbe stato veramente troppo impegnativo.

Mi auguro sinceramente che da tutto questo possiate trarre dei giovamenti così come è stato per me.

A presto,

Giancarla.

ps. per la meditazione cercate un posto tranquillo, può essere a letto prima di coricarvi o al risveglio o in un qualsiasi momento di relax. L’ideale è ascoltare le tracce con gli auricolari.

AGGIORNAMENTO 27.08.2019: a seguito della cancellazione dei video, è stato necessario sostituire i link di meditazione. Ho controllato che fossero esattamente quelli trascritti ma, a causa di un montaggio differente, alcune frasi potrebbero risultare manacanti e alcuni concetti espressi diversamente. Per l’ultima meditazione infine, l’unico link rintracciabile purtroppo è in turco e con una voce differente da quella di Deepak Chopra. Spero comunque che il tutto possa ancora risultarvi utile.

Ringrazio sentitamente chi ha segnalato il problema ed invito chiunque notasse ulteriori difficoltà nella fruizione della meditazione a non esitare a contattarmi.

Grazie sentitamente a tutti per l’affezione che state dimostrando a questo post ❤


GIORNO 01 di 21 – Link: Meditazione giorno 01
Mantra: Benvenuti al giorno 01. Benvenuti alla sfida di 21 giorni del Centro Chopra. Saimo molto felici che tu abbia deciso di imbarcarti in questo viaggio per esperire l’autentico concetto di Abbondanza. Durante le prossime tre settimane ci concentreremo sui differenti aspetti dell’Abbondanza. Nella prima settimana Promessa di un Potenziale illimitato, impareremo cosa sia la vera Abbondanza, da dove proviene, come la coscienza e la mente affrontano il suo flusso e come possiamo interiorizzare profondamente che l’Abbondanza sia un diritto divino riconosciuto ad ognuno di noi. Durante la seconda settimana Creando Abbondanza, vedremo come questa si relaziona con le 7 leggi spirituali del successo. Nella terza settimana Vivendo in Abbondanza, contempleremo gli aspetti pratici dell’Abbondanza fino ad imparare come creare un ambiente di abbondanza intorno a noi, fruibile da chiunque.

Mentre iniziamo domandiamoci: Cos’è la vera Abbondanza? E’ l’esperienza di soddisfare facilmente le nostre necessità, i nostri desideri, che si compiono spontaneamente. Viviamo una reale abbondanza quanto sperimentiamo amore, salute, felicità, propositività e vitalità in ogni momento della nostra esistenza. Una ricchezza trasbordante che tocca ogni aspetto della nostra vita. Noi non dobbiamo cercare l’Abbondanza, dobbiamo solo renderci conto ed aprirci a ci che già esiste e lasciare che l’abbondanza dell’Universo scorra attraverso di noi. Ognuno di noi vive ogni giorno: la gioia inarrestabile di un bambino, la luce luminosa del sole, la quantità di amici e familiari sui quali possiamo sempre contare. Anche la natura riflette l’Abbondanza in tutto il suo splendore: campi di fiori esotici, maestose montagne, boschi aromatici e la fauna incredibile che popola tutto il nostro pianeta. Tutti questi doni naturali, fruibili in ogni momento sono esempio della reale Abbondanza. E’ impossibile contare i granelli di sabbia di una spiaggia o le stelle scintillanti nel cielo notturno: i nostri stessi corpi sono composti dalle molecole che compongono l’Universo intero e sono migliaia di milioni. In qualsiasi cosa esista nell’Universo, nulla manifesta stanchezza o carenza. Ora che hai compreso questo, puoi abbracciare il concetto di Abbondanza illimitata sapendo che i desideri nel tuo cuore sono sempre realizzabili quando tu sei predisposto a riceverli e condividerli con il resto del mondo. In ogni momento della giornata hai l’occasione di ritrovare intorno a te un esempio di Abbondanza: puoi osservare le innumerevoli ricchezze che ci offre costantemente l’Universo e iniziare a vivere con la consapevolezza di cosa sia la reale Abbondanza.
Preparandoci per la meditazione, concentriamoci sul pensiero centrale di oggi: Oggi Oggi accetto tutta l’Abbondanza che mi circonda.
Inizieremo la nostra meditazione per connetterci con la fonte da cui proviene tutta l’Abbondanza.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassate dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: SO HUM, Esistenza, Io sono. Solo mentalmente. Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra SO HUM. Solo mentalmente. Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Oggi Oggi accetto tutta l’Abbondanza che mi circonda. Namaste.

Compito: Fai una lista di 50 persone che hanno aggiunto qualcosa alla tua vita, mentalizza la ragione della scelta nel momento in cui la scrivi. Prendi tutto ciò che è positivo e considera chi pensi ti abbia fatto crescere. Scrivi con carta e penna, ti aiuterà.

GIORNO 02 di 21 – Link:Meditazione giorno 02
Mantra: La Fonte di tutta l’Abbondanza.

Ogni creazione materiale è prodotta dalla stessa materia prima e proviene dalla medesima fonte. Possiamo riferirci a questa Fonte con nomi differenti, Dio, Spirito Santo, questa fonte è l’Universo intero. Il modo migliore per vivere una vita abbondante è capire che l’Abbondanza proviene da questo Campo unico e che è lì che risiede il potere della creatività infinita. Qualsiasi cosa tu desideri può essere ottenuto, basta chiederlo e accettarlo. Se sei disposto ad abbandonare qualsiasi resistenza, ad abbandonare qualsiasi convinzione che ti limita e ad aprire il cuore puoi attrarre tutto ciò che desideri nella vita: l’Abbondanza apparirà a te senza alcuno sforzo e con facilità. La reale Abbondanza inizia con un’Idea seguita da un’Intenzione, successivamente da un’Aspettativa e infine da una sensazione onnipresente che ti farà percepire che puoi essere e ottenere qualsiasi cosa desideri. Qualsiasi cosa utile a te e agli altri e che non faccia danno a nessuno. Questo è il processo produttivo dell’Attrazione e dell’Azione. Affinché tutto questo accada occorre solo una tua presa di coscienza, intenzione e silenzio. Non importa ciò che è accaduto nel passato, ciò che conta è che tu vada alla fonte reale dell’Abbondanza e riesca a prendere ciò di cui hai bisogno, che è già lì, per te. Per la meditazione di oggi, domanda a te stesso: cosa desidererei avere di più nella mia vita? Amore, salute? Permetti che la tua risposta di aiuti a formulare una chiara intenzione di ciò che tu desideri più di qualsiasi altra cosa. Entrando nella meditazione poni i semi di questa intenzione nel suolo fertile del campo unificato e lascia che l’universo si faccia carico dei dettagli.
Preparandoci a riconnetterci con il Campo unificato, fonte di tutta l’Abbondanza  concentriamoci sul pensiero centrale di oggi: Io creo la mia Abbondanza personale prendendola da una fonte infinita.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassate dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: AHAM BRAHMASMI- il centro del mio essere è la Realtà definitiva. Solo mentalmente. Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra AHAM BRAHMASMI. Solo mentalmente. Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Io creo la mia Abbondanza personale prendendola da una fonte infinita. Namaste.

Compito: scrivi un elenco, indipendentemente dalla quantità, delle persone legate al tuo ambito familiare e sociale che consideri generatrici di prosperità, persone che hanno raggiunto i loro obiettivi di vita e pensi siano felici.

GIORNO 03 di 21 – Link: Meditazione giorno 03
Mantra: Mente, materia e spirito.
Benvenuti al giorno 03. Che cos’è la Realtà? È qualcosa che possiamo sperimentare con i nostri sensi o è qualcos’altro di diverso, di più profondo? Pensa ci per un attimo: dov’era la sedia dove attualmente sei seduto prima che fosse creata? Dov’eri tu stesso prima di venire al mondo? Solo perché c’è qualcosa che non possiamo né vedere né toccare, ciò non significa che non esiste prima. Semplicemente significa che esiste qualcosa che noi, in questo momento, non possiamo sperimentare secondo il nostro mondo tridimensionale. Lo stesso principio vale per ciò tu consideri abbondanza: amore infinito, allegria senza limiti, ottima salute e maggiori possedimenti materiali. Soltanto perché tu non puoi sperimentare ciò che desideri in questo momento, non significa che per te non possa esistere.

Noi tutti viviamo primariamente nel piano fisico, che include tutto ciò che ha forma o sostanza: ciò che comunemente chiamiamo Materia. Alcuni mirano a questo Intorno fisico e vedono carenza, mentre altri vedono abbondanza. Alcuni si sentono limitati, altri in sovrabbondanza in base ai messaggi che hanno ricevuto nel passato. Se spesso consideriamo che la Materia sia la realtà, spesso consideriamo che la realtà sia immutabile. Tuttavia, la Materia e la Forma mutano costantemente, dunque cos’è la Realtà? Deve essere qualcosa di differente. Così come viviamo nel mondo fisico, allo stesso modo viviamo nel piano mentale. La mente è quella parte di noi che percepisce, ragiona e valuta.
La mente è energia potenziale e grazie solo a questo, noi possiamo cambiare il nostro mondo semplicemente cambiando i nostri pensieri e le nostre convinzioni. Al di là della mente, nel punto più profondo della coscienza, risiede lo Spirito. Questa è la parte di noi che è eterna, immodificabile e intrisa di potenziale puro e illimitato. Servirsi di questo potenziale è ciò che a noi permette di fare “miracoli”.
La parola “là fuori” può suonare come qualcosa di oggettivo, ma in verità è qualcosa di soggettivo perché è una costruzione della nostra interpretazione. Le nostre parole, pensieri e convinzioni creano risultati specifici nel mondo fisico. Per questo, l’Abbondanza non proviene da una fonte esterna, ma si origina da dentro, dai pensieri, dalle intenzioni, attenzioni e aspettative. Tu, in quanto Essere potente e creativo, puoi cambiare la tua percezione, cambiare la tua mente e cambiare la tua realtà modificando i tuoi pensieri e le tue aspettative. Tu puoi iniziare a parlare e comprendere il linguaggio della Natura e godere del suo flusso infinito di energia, informazioni e intelligenza per godere del suo gran flusso spirituale: è un tuo diritto di nascita.
Preparandoci per la meditazione, concentriamoci sul pensiero centrale di oggi: Oggi mi voglio concentrare su ciò che IO desidero attrarre nella mia Vita (2x).
Per favore, trova una posizione comoda, rilassate dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: SAT CHIT ANANDA, Esistenza, Coscienza, Beatitudine. Solo mentalmente. Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra SAT CHIT ANANDA. Solo mentalmente. Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Oggi mi concentro su ciò che IO desidero attrarre nella mia Vita. Namaste.

Compito: fermati e dedicati per un attimo agli altri. Prova a coinvolgere in questo cammino qualcun’altro. Anche una sola persona a te cara, prova a far capire a chi ti è intorno l’importanza di fermarsi un momento ogni giorno e concedersi del tempo tutto suo. Puoi prendere i compiti e le tracce per le meditazioni e condividerle a tuo piacimento, invitando sempre le persone a rispettare il camminino giorno per giorno secondo la cronologia dei compiti che quotidianamente ti vengono offerti.

GIORNO 04 di 21 – Link: Meditazione giorno 04
Mantra: L’Origine delle credenze.
Benvenuti al giorno 04.

Il rinomato psicologo e psichiatra svizzero Carl Jung coniò le parole “inconscio collettivo”, lo fece per identificare le credenze che tutti abbiamo e che si basano su ciò che gli altri ci hanno insegnato. Tutte queste credenze derivano dal momento in cui il nostro punto di riferimento è negli oggetti, nella ricerca di risposte dall’esterno e nell’accettazione dell’immagine degli altri riguardo a come deve essere la vita. Quando ci ricongiungiamo con il nostro Essere Superiore in ricerca di un orientamento, iniziamo a vivere la nostra vita attraverso l’autoreferenza, scollegata dai messaggi esterni e vivendo a partire dalla coscienza pura, un campo unificato. Quando pensiamo a come intendiamo l’abbondanza, possiamo renderci conto che il nostro condizionamento sociale ci ha portato a credere che esistono soltanto alcune cose delle quali poter disporre, una quantità finita di denaro o un numero limitato di opportunità. Pensiamo all’abbondanza come ricchezza materiale, amore, allegria, amici, riconoscimenti. Progettiamo l’idea che queste risorse siano scarse e che quando le perdiamo, non torneranno più indietro. Se questa è stata la tua esperienza nel cammino attraverso il mondo fisico, l’abbondanza può essere un’illusione. Tuttavia, se ti identifichi con la Coscienza pura, la reale abbondanza è un fenomeno naturale. La Coscienza pura include la Potenzialità pura e dire che qualsiasi cosa è possibile nell’ambito dello Spirito è autoreferenziale, auto-evolutivo e autoregolatore. In questo ambito tu sei l’unico che può scegliere il tuo presente e il tuo futuro. In questo momento, cosa stai scegliendo? Converti in domande silenti i tuoi pensieri, chiedile al tuo cuore e saprai. Sebbene la coscienza collettiva risieda nel mondo fisico, quella delle mente e della materia (la coscienza pura) esiste tra i pensieri. Questa è la base di tutta la creatività, è il luogo in cui puoi generare tutto ciò che vuoi, necessiti o desideri, senza limiti. Riconosci il tuo vero essere, il tuo Essere Superiore oggi stesso, lascia stare il passato, ogni nozione preconcetta sul mondo fisico e l’ipnosi del condizionamento sociale, e penetra nelle mante universale per godere della beatitudine, del silenzio trascendente, della coscienza pura. Dedica ora un minuto a considerare una situazione in cui i pensieri e le credenze degli altri hanno dato forma alla tua percezione. Contempla ora un nuovo scenario che riflette la tua visione più ampia riferita a questa situazione. Domandati: Cos’è ciò che stavo scegliendo in quella situazione? Quale nuova opzione posso prendere in considerazione a partire da ora per aiutarmi a fare realtà le mie nuove mete?
Andando avanti con la nostra meditazione, concentriamoci sul pensiero centrale di oggi: A partire da questo momento, io invito la mia Vita all’abbondanza illimitata.
Dunque iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassate dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: AHAM BRAHMASM, il Centro del mio Essere è la Realtà Reale. Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra AHAM BRAHMASM. Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: A partire da questo momento, io invito la mia vita all’Abbondanza illimitata. Namaste

Compito: scrivi a mano su un foglio tutte le spese finanziarie con cui ti raffronti durante il mese, dall’offerta che si rinnova sul cellulare, all’affitto, le bollette, le rate della casa, della macchina, spese per mezzi pubblici, Sky, Netflix, Università e ogni altro debito finanziari o credito personale, verso persona fisica o giuridica che puoi aver contratto.
Sii il più preciso possibile e conserva il figlio dove scrivi, poiché servirà domani.

GIORNO 05 di 21 – Link: Meditazione giorno 05
Mantra: La Promessa di un Potenziale illimitato.
Benvenuto al giorno 05. Dice un adagio “dimmi con chi vai e ti dirò chi sei”. Attraverso l’ambiente tendiamo ad assimilare le credenze di coloro con cui passiamo la maggior parte del tempo. Questo si converte in parte nel nostro subconscio. Alcuni studi dimostrano che agiamo soprattutto con il nostro subconscio, programmato dagli altri. Come Essere hai tra le mani la sorprendente abilità di modificare il condizionamento del passato. Questo lo possiamo ottenere dimenticando la negatività, interagendo con persone consapevoli, presenti per noi, godendo di immagini ispiratrici e partecipando ad attività rilassanti.

La reale trasformazione avviene grazie a due qualità legate alla coscienza: l’Attenzione e l’Intenzione – la visione chiara di un risultato desiderato. L’Attenzione energizza e l’Intenzione trasforma. Ciò su cui concentriamo la nostra Attenzione si espande nella nostra vita e la nostra Intenzione per l’oggetto della nostra attenzione armonizzerà le forze dell’universo a sostegno del nostro risultato desiderato. Dominare il potere di attenzione e intenzione potrà cambiare la tua vita e riflettere esattamente ciò che visualizzi. Durante la meditazione riuscirai ad essere testimone del tuo potere di co-creazione e della possibilità di cambiare qualsiasi situazione della tua vita. Per esempio: se desideri cambiare il luogo dove vivi attualmente per spostarti in luogo più vicino all’oceano, puoi visualizzare una casa con due stanze, un lembo di spiaggia, un orto e lo spazio per il cane. Essere specifici aiuta a cristallizzare la visione. Quando entrai nella meditazione, visualizza questa intenzione e liberala. Dai spazio a tutte le possibilità e permetti all’universo di creare collegamenti tra i dettagli. Tu sei un Essere raggiante, apprezzato e profondamente amato. Possiedi il potere di vivere una vita piena d’amore, allegria, salute, compassione, amici, possedimenti materiali e qualsiasi altra cosa che desideri. Aspetta e accetta questo Bene definitivo e credi nella verità della tua splendida Esistenza. Ora, preparandoci per la meditazione, prendiamoci un momento per contemplare il pensiero centrale di oggi: oggi abbraccio il mio potenziale di essere, fare e avere qualsiasi cosa che posso sognare (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassate dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: SAT CHIT ANANDA-Esistenza, Coscienza, Beatitudine. Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra SAT CHIT ANANDA. Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Oggi abbraccio il mio potenziale di essere, fare e avere qualsiasi cosa che io posso sognare. Namaste.

Compito: tutte le spese che hai scritto ieri è il momento di liquidarle.
Rappresenta su un foglio di carta con scritte, disegni e qualsiasi cosa desideriate, tutte le spese elencate ieri. Colorale, cancellale con un pennarello nero, con un adesivo, rappresentale con delle forme, dai sfogo alla creatività e esorcizza tutte le scadenze che ti tengono in pensiero. Devi pagare tutti questi debiti e ora hai la libertà di creare la tua soluzione, cerca la soddisfazione di liberarti di quelle spese come se fosse reale.

GIORNO 06 di 21 – Link: Meditazione giorno 06
Mantra: La Promessa di un Potenziale illimitato.
Benvenuti al giorno 06.

Nasciamo con tutto ciò di cui abbiamo bisogno per vivere una vita al meglio. Tuttavia a volte misuriamo il nostro amore, salute, allegria, vitalità e altre qualità positive comparandole con gli altri o con qualcosa di esterno a noi. In pensieri come: ho una relazione amorosa, ma non come quella del mio amico o vivo in una bella casa, ma non grande come quella di mio fratello o ho un buon lavoro, ma non guadagno tanti solti quanto i miei colleghi, tali comparazioni provengono da un riferimento all’oggetto, guardando all’esterno e cercando una conferma. Tuttavia, una vita prosperosa non ha nulla a che vedere con le comparazioni legate all’esterno, ma più correttamente, una vita appagante dalla nostra interiorità, dalla consapevolezza di essere stati creati con tutto ciò di cui abbiamo bisogno per essere felici e realizzati e che possiamo accedere ai semi dell’abbondanza in qualsiasi momento.
Attualmente molte persone in tutto il mondo stanno vivendo momenti difficili. Quando ci troviamo in tali situazioni, a volte ci sentiamo non in grado raggiungere un risultato. Nonostante ciò, in qualsiasi situazione problematica si trova il seme del risultato: in ogni situazione possiamo trovare nuove opportunità di ideare soluzioni creative ai nostri problemi, ridefinire nuove priorità e esplorare nuove alternative. Iniziamo a vedere il nostro cammino in un modo più positivo quando teniamo a mente che abbiamo il potere di centrare la nostra attenzione su nuove possibilità; e le possibilità di abbondanza sono infinite. Non ci sono limiti a ciò che possiamo realizzare. Prediti il tempo di analizzare ogni situazione che rappresenta una sfida e trova i semi del risultato che attraggono maggiore abbondanza alla tua vita.
Preparandoci a continuare nel silenzio, considera il banchetto di abbondanza di vita che è stato collocato di fronte a te in tutto il suo splendore. E dedica un momento a concentrarti su questo pensiero centrale: Tutto ciò che desidero è dentro di me (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassate dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: RAM RAM RAM -Tutto ciò di cui ho bisogno è dentro di me. Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra RAM RAM RAM.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: RAM RAM RAM.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Tutto ciò di cui ho bisogno è dentro di me. Namaste.

Compito:“Io (il tuo nome completo) oggi inizio a creare una nuova relazione con la prosperità. Il denaro è buono e utile per la mia crescita, soddisfazione e benessere. La prosperità porta cose positive nella mia vita. Il successo che ho porta prosperità e ricchezza di ogni genere per me e per quelli intorno a me. Merito di essere prospero in abbondanza. L’abbondanza è mia amica e aumenta ogni giorno che investo. Successo e prosperità mi accompagnano sempre, qui e ora. Chiedo ai miei antenati che hanno sofferto per la mancanza di abbondanza, di benedirmi e di darmi il permesso di fare diversamente”.
Questa affermazione va scritta a mano 10 volte e alla fine registrata in un audio in cui leggi la leggi e che, a chiusura del compito, riascolterai per auto-ribadirti quanto dichiarato. Sii paziente e tenta di controllate fretta e stanchezza.

GIORNO 07 di 21 – Link: Meditazione giorno 07
Mantra: Benvenuti al giorno 07. Congratuzalioni per aver terminato la prima settimana della Sfida di Meditazione: creando abbondnaza. Negli ultimi sei giorni abbiamo scoperto la reale fonte dell’abbondanza, che è illimitata ed eterna. Abbiamo imparato che la mente, la materia e lo spirito lavorano insieme per manifestare l’abbondanza; che nel campo silente di tutte le possibilità, si incontrano i semi del risultato e che quando vivete partendo dall’interiorità, i vostri desideri si soddisfano velocemente e spontaneamente con minimo sforzo. Questa settimana tratteremo ciò che in alcuni casi chiamiamo “coincidenza”, “miracolo” o semplicemente “buona fortuna”.
Domandate a voi stessi: quanto tempo occorre affinché un sogno si trasformi in realtà?

Nella mente di molte persone si hanno dei piani ben strutturati rispetto a ciò che si deve fare e a come gli eventi devono andare, riconducendosi sempre ad un mondo tridimensionale. Tuttavia, nel mondo interiore, ciò che noi chiamiamo coincidenza può avvenire improvvisamente, in un istante. Dunque, ciò che noi chiamiamo coincidenza è legato davvero ad una casualità o è a seguito di un’intenzione? Il concetto comune di coincidenza è la conseguenza di una concezione della vita dove non si prende in considerazione il potere dell’anima e dello spirito. Quando ci si rende conto di questo, si comprende che delle “coincidenze” si può godere ogni giorno. Non occorrerà più domandarsi se o quando i propri sogni si realizzeranno se si ha fede e consapevolezza che questi si concretizzeranno.
Dedica un momento a pensare a quale miracolo vorresti che si realizzasse ogni giorno nella tua vita, pensa a qual è la condizione attuale e a come vorresti che fosse, concentrati sulle emozioni negative o positive che focalizzarti sulle due situazioni, quella attuale e quella desiderata, ti creano e, in base a questo, tenta di avvicinarti mentalmente alla condizione che ti fa stare meglio.
Preparandoci per la meditazione, concentriamoci sul pensiero centrale del giorno: Uso la mia intenzionalità cosciente per manifestare i miei sogni (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassate dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: SAT CHIT ANANDA-Esistenza, Coscienza, Beatitudine. Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra SAT CHIT ANANDA.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: SAT CHIT ANANDA.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Uso la mia intenzionalità cosciente per manifestare i miei sogni. Namaste.

Compito: fai una lista di persone che senti toglierti energia. Persone che quando sono attorno a te, in qualche modo ti generano disagio.
Puoi ripetere alcuni nomi dalle liste già scritte, citare persone vicine o lontane, appartenenti a tutto il tuo contesto di vita sociale, lavorativo, familiare ed emotivo. Es: vicini di casa, colleghi di lavoro, capi, famiglia, politici ecc.
Tieni a mente che queste persone, anche se ti creano disagio, potrebbero insegnarti molto su te stesso, anche solo a capire ciò o chi non si vuole essere. Mi raccomando, non sei un giudice, ciò che conta è capire chi ti allontana dalla tua serenità.

GIORNO 08 di 21 – Link: Meditazione giorno 08
Mantra: Benvenuti al giorno 08. Benvenuti alla seconda settimana della sfida di meditazione del Centro Chopra. Questa settimana impareremo come accrescere l’abbondanza applicando le 7 leggi del successo alla propria vita. Oggi ci concentreremo sulla prima legge, la legge delle Potenzialità Pura, che stabilisce che nella nostra essenza, noi siamo Pura Coscienza, Puro Potenziale e il terreno di Tutte le Possibilità.

Quando comprenderai la tua vera natura, sperimenterai la tua vera Essenza e avvierai un nuovo cammino di vita. In questo stato, tu proverai il potere illimitato dell’Essere che attrae persone, occasioni e possibilità utili a realizzare i tuoi desideri più profondi.
L’agire quotidiano a volte ci conduce a conclusioni e azioni che non danno spazio alla nostra essenza divina, ma sono l’effetto di una coscienza generale che dà spazio a false competenze. Con tanta negatività che ci circonda, come possiamo dunque scoprire la nostra reale essenza? Entrando nel silenzio, possiamo sintonizzarci con questa parte di noi e godere della nostra interiorità. Allineati con lo Spirito, con il nostro Essere Superiore zittiamo le chiacchiere e la negatività del mondo tridimensionale ed esploriamo il nostro potere illimitato. Agendo nel silenzio possiamo ascoltare la nostra interiorità e comprendere i nostri desideri più profondi. Dedicare del tempo ogni giorno a stare in comunione silenziosa con la Natura e essere testimoni della sua perfetta intelligenza, può connetterci con una Coscienza superiore. Un altro modo per trovare la pace interiore è smettere di giudicare o valutare persone e circostanze come buone o cattive, corrette o non corrette. Quando giudichiamo persone o circostanze creiamo turbolenza che si interpongono con la nostra connessione con il Io Superiore. Rinunciare a questa necessità di giudicare ci farà raggiungere una profonda quiete. Per provare a mettere in atto la legge della Potenzialità Pura, impegnati a trascorrere del tempo in silenzio e nella Natura. Cercando di liberarti della necessità di giudicare, ripeti a te stesso: Oggi non giudicherò nulla di tutto ciò che accadrà, e periodicamente ricorda a te stesso questo convincimento.
Ora preparandoci per la meditazione, facciamo in modo che questo messaggio entri nel nostro subconscio: Attraverso la legge della Potenzialità pura, io posso creare qualsiasi cosa, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassate dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: OM BHAVAM NAMAH – Sono assoluta esistenza; sono un terreno di infinite possibilità. Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il OM BHAVAM NAMAH.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: OM BHAVAM NAMAH.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Attraverso la legge della Potenzialità pura, io posso creare qualsiasi cosa, in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo. Namaste.

Compito: Individua almeno 5 spese più o meno significative a livello finanziario in cui, nella tua vita, hai investito in te stesso per migliorare la qualità del tuo presente o del tuo futuro. Per ognuna di queste spese scrivi: TUTTO CIÒ CHE INVESTO IN ME RITORNERÀ A ME MOLTIPLICATO 70 VOLTE 7.
Le spese in questione possono essere di qualsiasi tipo: supermercati, ristoranti, oggetti personali, spese per il veicolo, salute, estetica, parrucchiere, viaggi, seminari, corsi ecc.
Ricordate di dare peso alle parole e che la loro ripetizione, soprattutto per iscritto, può imprimerle profondamente nel vostro animo.

GIORNO 09 di 21 – Link: Meditazione giorno 09
Mantra: la Legge del Dare.
Benvenuti al giorno 09.

La vita scorre nel flusso del dare e ricevere, nulla è statico. Il nostro corpo, le nostre cellule e i nostri organi, si adattano a questa regola dell’Universo. Il sangue circola liberamente e se si ferma, inizia a coagulare così come il flusso dell’acqua, se si ferma inizia a ristagnare. La Natura è una sinfonia, con il Sole che dona luce ai semi affinché germoglino e la pioggia che dona la corretta umidità; tutto questo genera il sostentamento che nutre il nostro corpo. In nessun luogo naturale manca questo equilibrio e il dare e ricevere è un processo intrinseco della grande abbondanza che caratterizza la Natura.
Da questo punto di vista, la Legge del Dare è molto semplice: se desideri Gioia, dona Gioia; se desideri Amore, dona Amore. Per essere benedetti da tutte le cose positive della vita, compresa l’abbondanza, impara a donare a tutti e a ognuno tutte le stesse cose positive della vita. Apprezzamenti, riconoscimenti, complimenti, gentilezza… un sorriso. Più si dà, più si riceve. Considera che l’Abbondanza è solo un altro nome per intendere il Bene Universale, che è sempre disponibile per Te in quanto Essere divino, amorevole e compassionevole. Accettando il Bene della vita e offrendone i benefici agli altri, creerai la vera Abbondanza. Oggi applica la legge del dare offrendo qualcosa a tutte le persone che incontrerai. Ciò che offrirai non deve essere costoso o di alcun valore monetario, può essere un fiore, un sorriso, un complimento sincero, un aiuto o un benestare silenzioso.
Preparandoci per la meditazione, concentriamoci sul pensiero centrale del giorno: Oggi e ogni giorno donerò ciò che desidero ricevere (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassate dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: OM VARDHANAM NAMAH – Io nutro l’Universo e l’Universo nutre me.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il OM VARDHANAM NAMAH.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: OM VARDHANAM NAMAH.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi Oggi e ogni giorno donerò ciò che desidero ricevere. Namaste.

Compito: Annota 5 tuoi difetti che ritieni ti limitino non consentendoti di ottenere ciò che desideri veramente, sia sul piano materiale sia su qualsiasi altro piano. Difetti che vorresti migliorare.
Cerca di concentrarti e di andare in profondità, tentando di capire cosa sia solo una tua componente caratteriale e cosa invece veramente ti limita. Conserva l’elenco con i difetti perché sarà utile per il compito di domani.

GIORNO 10 di 21 – Link: Meditazione giorno 10
Mantra: Abbondanza e Legge del Karma.
Benvenuti al giorno 10. Tutti gli eventi che caratterizzano la tua vita sono legati ad un meccanismo causa-effetto. Tuttavia è da tenere a mente che se un esito non ti soddisfa, c’è sempre una possibilità di tornare indietro e scegliere diversamente.

In ogni situazione ci sono una moltitudine di possibilità che hanno effetti sia su di te che su chi ti è intorno. Ogni volta che prendi una decisione devi tenere fermamente conto delle conseguenze che questa avrà, soprattutto se saranno le tue azioni a fare la differenza. Questa è la legge del Karma o del Prendere coscientemente delle decisioni. La Reale Abbondanza è riuscire a trasformare in concreti i nostri desideri con minimo sforzo. L’Abbondanza affiancata alla legge del Karma si sostanzia nel concetto di Protezione: prendere consapevolmente delle decisioni avendo sempre a mente ciò a cui si tiene, prendendosene cura e usandolo come mezzo per raggiungere i nostri sogni. Prendersi adeguatamente cura di un bimbo, del proprio corpo o della terra sono buoni esempi di cosa significhi avere cura di ciò che amiamo: ogni nostra azione genererà un’energia potente che ne ricondurrà a noi gli effetti nella medesima proporzione. Ciò che semineremo, raccoglieremo. Prendere decisioni utili a tutelare ciò che amiamo condurrà ciò che amiamo ad essere tutelato, se non di più. Se ciò che desideri è un guadagno maggiore, fai tutto ciò che puoi affinché questo guadagno ci sia; se desideri più amore, dona alle persone intorno a te, più amore che puoi. La legge del Karma vuole che per avere abbondanza, tu semini attentamente, che sia paziente e protettivo. Presto otterrai i frutti dei tuoi sforzi passati. Oggi chiediamo al nostro cuore di aiutarci a scegliere ogni giorno con coscienza e per questo domandiamoci: questa decisione condurrà alla felicità me e tutte quelle persone che da essa saranno interessate? Poniti questa domanda tutte le volte che prenderai una decisione importante: prendi una decisione ascoltando sinceramente il tuo cuore e prenderai una decisione consapevole
Preparandoci per la meditazione, concentriamoci sul pensiero centrale del giorno: Oggi prenderò decisioni eccellenti poiché le prenderò con piena consapevolezza (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassate dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: OM KRIYAM NAMAH – le mie decisioni sono allineate alla legge cosmica.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il OM KRIYAM NAMAH.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: OM KRIYAM NAMAH.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Oggi prenderò decisioni eccellenti poiché le prenderò con piena consapevolezza. Namaste.

Compito: dei 5 difetti che hai scritto ieri, scegline 2 su cui vuoi lavorare e prova ad impostare un sincero piano d’azione per migliorarli.

GIORNO 11 di 21 – Link: Meditazione giorno 11
Mantra: Abbondanza e Legge del Minor Sforzo.
Benvenuti al giorno 11. L’Universo è una sinfonia splendidamente orchestrata e quando noi siamo in perfetta connessione con lui, tutto appare spontaneo e senza sforzo. Tutto scorre in noi in una sorta di estasi, consapevoli che tutto è in perfetta armonia. Quando abbiamo tale consapevolezza danziamo insieme alle leggi dell’Universo e comprendiamo che è un errore pensare che l’Abbondanza sia frutto di una lotta.

La legge del Minor sforzo sostiene che per avere tanto possiamo fare poco. Tuttavia, affinché questo avvenga, dobbiamo interiorizzare prima di tutto la legge dell’Accettazione. Più Accetterete completamente la vostra vita per come è in questo momento, più vi sarà facile viverla. Quando non lo fate, rifiutando lo stato attuale delle cose, in verità coi state lottando contro l’Universo intero, perciò, per quanto si voglia cambiare la propria vita, se non si accetta il punto di partenza, non si arriverà mai a raggiungere il traguardo. Un adagio dice che senza lavoro non si ha guadagno; dunque, se vogliamo ottenere dei risultati occorre lavorare con diligenza. Proviamo a vivere la legge del Minor Sforzo: accetta tutte le persone e le circostanze della tua vita esattamente per come sono; assumiti tutte le responsabilità della tua vita senza colpevolizzarti, ma comprendendo semplicemente che tutto è come deve essere; pratica la non resistenza, smettendo di insistere nel cercare di convincere gli altri del tuo punto di vista.
Preparandoci per la meditazione, concentriamoci sul pensiero centrale del giorno: Io aspetto e accetto tutta l’abbondanza che scorre facilmente dentro di me (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassate dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: OM DEKSHAM NAMAH – le mie azioni raggiungono il massimo obiettivo con il minimo sforzo.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il OM DEKSHAM NAMAH.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: OM DEKSHAM NAMAH.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Io aspetto e accetto tutta l’abbondanza che scorre facilmente dentro di me. Namaste.

Compito: Con carta e penna descrivi tua MADRE:
– lati positivi;
– lati negativi;
– cosa impari con lei;
– cosa lei aggiunge nella tua vita;
– cosa lei toglie.

Se lei non è nel mondo tridimensionale, fai una meditazione profonda connettendoti con lei e parla dei tuoi sentimenti.

GIORNO 12 di 21 – Link: Meditazione giorno 12
Mantra: Abbondanza e della Legge dell’Intenzione e del Desiderio.
Benvenuti al giorno 12.

Credere nelle possibilità dell’Abbondanza ci permette di vivere una vita magica, in grado di svolgersi con grazia e facilità. Questo implica la capacità di vedere la Bellezza in ogni luogo che visitiamo, ad avere la Gratitudine come principale delle nostre emozioni, a tenere il Cuore aperto a tutte le persone che incontriamo e a confidare nel piano cosmico. Secondo la legge dell’Intenzione e del Desiderio esiste un piano profondissimo della realtà dov’è tutte le possibilità sono realizzabili. Rivolgendo l’attenzione su cui c’è veramente si desidera, questo sì energizzerà e sarà attratti verso di noi: l’Attenzione energizza, l’Intenzione trasforma. Quando avrete chiaro ciò che desiderate, custoditelo in silenzio e lasciate che l’Universo agisca sui dettagli. Oggi vi accompagnerò in una meditazione visuale, in cui daremo corpo ai nostri desideri e le libereremo.
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassate dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi.
Conduci la tua mente in una spiaggia magnifica, dove camminando la sabbia dorata sembra zucchero e la marea piacevole di un mare turchese ti bagna i piedi ondeggiando. La brezza fresca e salata entra profondamente nelle tue narici. A distanza puoi vedere i gabbiani volare e i delfini giocare.
Accanto a te una bottiglia chiusa, con una pergamena e una piuma: la raccogli tra le mani. Sulla pergamena inizi a fare una lista di tutti i tuoi desideri più profondi, uno per uno. Quando hai completato la lista rimetti la pergamena nella bottiglia e lo lanci nel mare aperto. Senti l’Abbondanza di tutta la stupenda spiaggia accanto a te. Chiedi all’Universo di raccogliere il contenuto della bottiglia e che di lanciare le sue Intenzioni all’Oceano della Coscienza. Ora prendi un lungo e profondo respiro e introduci lentamente il mantra in sanscrito, ripetendolo lentamente e lasciando defluire senza sforzo: OM RITAM NAMAH – le mie azioni e i miei desideri sono sostenuti dall’Intelligenza cosmica. Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il OM RITAM NAMAH.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: OM RITAM NAMAH.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Oggi metto le mie intenzioni nel vasto Oceano di tutte le possibilità e permetterò che l’Universo operi attraverso me. Namaste.

Compito: Chiedi a tua madre quale è stato il Dolore più grande della sua vita e il Sogno che non ha ancora realizzato. Rifletti sinceramente sulle sue risposte.

Se tua madre non è più nel piano tridimensionale, fai una meditazione profonda e connettiti con lei, parla di ciò senti attraverso il cuore.

GIORNO 13 di 21 – Link: Meditazione giorno 13
Mantra: Abbondanza e la Legge del Distacco.
Benvenuti al giorno 13.

Nelle parole del dottor Simon, cofondatore del Centro Chopra per il Benessere, l’Abbondanza è uno stato mentale in cui tu sei consapevole di essere intrinsecamente creativo. Riconosci che l’Universo è in sé stesso abbondanza e che tu sei espressione dell’Universo. Accettando questo, si impara a non ostinarsi a voler forzare l’Universo né a cercare impossibili circostanze volte esclusivamente a realizzare i propri desideri. La Legge del Distacco ci insegna a focalizzare la nostra attenzione su ciò che desideriamo, seguendo i passi necessari a realizzare i nostri sogni e successivamente a trovare la sicurezza nell’abituarci all’incertezza, liberandoci da qualsiasi legame con i risultati. Pensa per un attimo ad un’occasione in cui in passato hai tentato di ricordare un nome ma senza successo: dopo vari tentativi faticosi e fallimentari per ricordarlo, hai abbandonato il tuo impegno; poco dopo, improvvisamente, accettando semplicemente di non riuscire a ricordare il nome, senza sforzo, questo si è palesato nella tua mente. Lasciando andare la mente, senza intestardirsi su un risultato, improvvisamente si realizza quanto atteso.
Nel mondo fisico ci sono limiti ben precisi: tempo, spazio, opportunità da cogliere. Nel mondo spirituale così non è, tutto è illimitato e senza confini: ciò che è esiste è Possibilità pura, Potenzialità pura che TU puoi attivare attraverso i tuoi pensieri, convinzioni e intenzioni; questi ultimi sono a loro volta una fonte illimitata di abbondanza, dunque liberati da ogni pensiero, convinzione o intenzione limitante e vai direttamente alla tua fonte interiore e dichiara apertamente i tuoi desideri. Mettiamo in atto la legge del distacco: allontaniamoci da tutte le nostre aspettative su un risultato, permettendo che tutto possa essere come effettivamente è; accetta l’incertezza e tutte le possibilità che nascono spontaneamente da lei; rimani aperto a tutte le alternative.
Preparandoci per la meditazione, concentriamoci sul pensiero centrale del giorno: Allontanandomi dalla necessità di controllare la mia vita, l’Universo mi offre Abbondanza (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassa dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: OM ANANDHAM NAMAH – le mie azioni sono libere da ogni legame con i risultati.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il OM ANANDHAM NAMAH.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: OM ANANDHAM NAMAH.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Allontanandomi dalla necessità di controllare la mia vita, l’Universo mi offre Abbondanza. Namaste.

Compito: Rileggi quanto hai scritto su tua madre nel giorno 11 e domandati se ci sia qualcosa di ciò che hai detto su di lei che si sta ripetendo nella tua vita. Ci sono modelli e esperienze che tendono a riproporsi? Oggi focalizzati su questi meccanismi.

GIORNO 14 di 21 – Link: Meditazione giorno 14
Mantra: Abbondanza e Legge del Dharma.
Benvenuti al giorno 14. Congratulazioni, oggi completi la seconda settimana della Sfida di Meditazione del Centro Chopra avvicinandoti sempre più all’Abbondanza, che non aspetta altro che te. In questa settimana abbiamo analizzato le 7 leggi del successo, ora considereremo come la legge del Dharma sia in grado di influenzare il modo in cui tu percepisci il tuo malessere più profondo.

Il primo elemento che compone la Legge del Dharma è la scoperta della propria vera identità; il secondo è capire quale sia il proprio talento personale; il terzo è condividere i risultati che questo genera per donare felicità a te stesso e a chi ti è intorno. Scopri tutto ciò che incanta il tuo Cuore e ti permette di Vivere una vita reale e non semplicemente di sopravvivere. Domanda a te stesso: come posso aiutare? Come posso servire? Mettere al servizio degli altri le proprie qualità è la massima manifestazione della Legge del Dharma.
Quando i risultati delle tue capacità corrispondono con i desideri di chi ti è intorno, l’Abbondanza scorre senza sforzo nella tua vita, secondo un ordine divino perfetto. Per mettere in atto oggi la legge del Dharma, presta attenzione allo spirito dentro di te, riconosci il tuo talento personale e domandati: come posso utilizzare questo dono per servire il mondo?
Preparandoci per la meditazione, concentriamoci sul pensiero centrale del giorno: C’è un modo per realizzare il mio reale scopo della vita (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassa dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: OM ANANDHAM NAMAH – la mia vita è in armonia con la legge cosmica.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il OM VARUNAM NAMAH.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: OM VARUNAM NAMAH.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: C’è un modo per realizzare il mio reale scopo della vita. Namaste.

Compito: Guarda il video almeno 3 volte e rifletti su quale sia il suo messaggio. Successivamente soffermati su quali cambiamenti immediati vorresti apportare alla tua vita. Metti per iscritto le tue riflessioni.

GIORNO 15 di 21 – Link: Meditazione giorno 15
Mantra: Benvenuti al giorno 15. Benvenuti all’ultima settimana della Sfida di Meditazione. Nella prima settimana insieme abbiamo esplorato cosa fosse la vera Abbondanza, la sua fonte originaria, che è l’Universo, e come attrarla a noi. la scorsa settimana abbiamo imparato come attrarne dell’ulteriore grazie alle 7 leggi spirituali del successo. In quest’ultima settimana scopriremo i molteplici modi in cui si può manifestare l’Abbondanza nelle nostre vite. Inizieremo con il comprendere come questo flusso, che apparentemente si forma senza alcuna spiegazione, si riconnetta e trovi soddisfacimento nella nostra vita.

Io chiamo la congiunzione di Coincidenza e Destino, SincroDestino.
Il potere dell’Universo orchestra la danza della creazione in ogni luogo e tempo, dai confini del cosmo fino ai dettagli della nostra vita quotidiana. Uno dei principi primordiali del SincroDestino è riconoscere e celebrare la Danza cosmica. Avendo fiducia che ci sia un ritmo ben preciso nella vita e che quando siamo in armonia con questo ritmo tutto ciò che desideriamo si possa realizzare senza sforzo, possiamo comprendere che accadono miracoli senza limiti e senza fine. Hai mai notato che quando qualcosa inizia ad andare bene sembra che tutto inizi ad andare bene? Si ha proprio la sensazione di essere in perfetta in armonia con l’Universo, ciò che appaiono coincidenze, accadono spontaneamente tutti i giorni e le opportunità e le situazioni a nostro favore sembrano venir fuori dal nulla. Questo è il SincroDestino in azione, il Gioco dell’Universo che imbandisce il tavolo dell’Abbondanza di fronte a te. Quando decidi di abbandonarti al flusso dell’Universo è come se stessi fluttuando nella calma corrente di un fiume che ti conduce in una spiaggia sicura dove tutto ciò che hai sempre desiderato, lo stai sperimentando. E’ come se tu fossi un enorme magnete, attraente prosperità, benessere emotivo, realizzazione spirituale e consapevolezza del reale senso della vita. Dai attenzione alle coincidenze, ascolta il messaggio che ti conducono e vivi nell’Abbondanza del SincroDestino. Vivi l’esperienza del SincroDestino nella tua vita, ricorda con coscienza le coincidenze che hai sperimentato: un amico al quale pensavi e che non sentivi da tempo che improvvisamente ti ha scritto; un’idea che hai avuto e che necessitava di un aiuto specifico da parte di una persona che improvvisamente ha avuto la tua stessa intuizione… inizia a riconoscere queste coincidenze e noterai come l’Universo opera nella tua vita aiutandoti a realizzare i tuoi sogni.
Preparandoci per la meditazione, concentriamoci sul pensiero centrale del giorno: Vivendo coscientemente nel momento presente, io vivo la magia del SincroDestino (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassa dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: AHAM BRAHMASMI – L’essenza del mio essere è la realtà definitiva, la radice e il fondamento dell’Universo, la Fonte di tutto ciò che esiste.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra AHAM BRAHMASMI.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: AHAM BRAHMASMI.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Vivendo coscientemente nel momento presente, io vivo la magia del SincroDestino. Namaste.

Compito: scrivi a mano una lettera di ringraziamento una persona che pensi ti abbia ferito, che ti ha fatto o ti fa del male.
Se pensi sia necessario, prima scrivi per svuotare tutti i sentimenti negativi: l’importante è che nel momento in cui fai la lettera di ringraziamento, provi meno risentimento possibile nei confronti di quella persona. Prenditi tempo per riflettere e meditare su chi sia questa persona, ne possono venire in mente molte, ma devi fare il lavoro con UNA soltanto.

GIORNO 16 di 21 – Link: Meditazione giorno 16
Mantra: Vivendo con Gratitudine.
Benvenuti al giorno 16. Sperimentare la gratitudine è uno dei modi più efficaci per entrare in contatto con la propria anima. Quando proviamo Gratitudine, il nostro Ego si fa da parte, permettendoci di godere di maggiore amore, comprensione e compassione. La Gratitudine Genuina è uno dei migliori modi per vivere la nostra vita. E’ come se noi dicessimo all’Universo:”per favore, dammi di più” e l’Universo agisse per ognuna delle nostre richieste.

La Gratitudine è indipendente da qualsiasi cosa. Quando ci si connette realmente con questo elemento interiore, ci si sente in beatitudine senza motivo, semplicemente aprendo gli occhi per guardare le stelle: guardare il miracolo della vita, produce semplicemente felicità. Per sentirti grato pensa a tutti i meravigliosi doni che hai avuto nella tua vita: il cibo, l’amore, i legami con persone speciali, il miracolo di un corpo e una mente fertile, tutte le comodità materiali. Apprezzare la tua vita in questo modo, porrà da un lato ogni pensiero di mancanze o limitazioni, ricordando invece tutte le cose positive che ti circondano. Ti renderai conto che tutto ciò che vivi è un regalo.
Entrando in questo stato di Gratitudine, poni attenzione al calore, all’amore, alla compassione e al sentimento di connessione che arriva al tuo cuore. Trova pace nel sapere che c’è un piano divino che ti conduce attraverso la sua traiettoria evolutiva. Godi dei semi dell’Abbondanza in ogni situazione e godi di ogni momento della tua vita come un fosse un’opportunità per crescere e diventare un Essere più amorevole e grato. Rendersi conto dei molteplici doni che si hanno nella vita e per questo esprimere Gratitudine aprirà il cammino affinché più Abbondanza giunga nella tua vita. Essendo grato per tutto ciò che si ha e vivendo una vita di profondo apprezzamento, l’Abbondanza fluirà con certezza verso di te: questo è il potere della Gratitudine.
Preparandoci per la meditazione, poni attenzione al tuo Cuore e concentrati sul pensiero centrale del giorno: Oggi ricorderò di essere grato (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassa dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: OM VARDHANAM NAMAH– io nutro l’Universo e l’Universo nutre me.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra OM VARDHANAM NAMAH.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: OM VARDHANAM NAMAH.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Oggi ricorderò di essere grato. Namaste.

Compito: fai una lista delle cose che devi ancora fare. Cose che volevi fare e non hai fatto perché hai dato priorità ad altro, agli altri o avevi paura di ferire qualcuno. Lo scopo di questa lista è scusarci con noi stessi per non aver fatto queste cose.

Es: Io, nome, mi perdono completamente e amorevolmente per non aver dimostrato le mie insicurezze.
Io, nome completo, mi perdono completamente e amorevolmente per non aver frequentato l’università.

– Fai quante frasi vuoi, non c’è limite minimo né massimo.

GIORNO 17 di 21 – Link: Meditazione giorno 17
Mantra: Vivere senza preoccupazioni.
Benvenuti al giorno 17. Ci sono persone che vivono ogni giorno preoccupate di non avere abbastanza rispetto a ciò che ritengono essere necessario per la loro felicità o sicurezza; i loro corpi probabilmente fanno eco rispetto a questa sensazione inviando messaggi di malessere sotto forma di ansia, preoccupazione o stress. Questo, senza dubbio, non deve essere per forza così.
Oggi impareremo ad avere fiducia nell’Intelligenza dell’Universo e a mettere in pratica una vita di serenità. Possiamo vivere in tranquillità senza preoccuparci o focalizzarci sulle scadenze. Possiamo sperare per il meglio e vivere una vita da una prospettiva di allegria reale.

Quando la mente nutre il corpo con sentimenti e pensieri privi di preoccupazione, il corpo retrocede al suo stato naturale di felicità e tranquillità. Da questo stato di beatitudine, tu puoi ricordare chi e cosa sei realmente: un Essere spirituale inconfondibilmente connesso con il potere creativo dell’Universo. Riconnettendoti con la tua reale natura, attraversi la frontiera invisibile tra l’Ego e l’Io Reale. Inizierai a sentirti più allegro, a essere di buon’umore nel quotidiano e a ridere di più, soprattutto di te stesso, imparando a non prenderti più troppo sul serio. Maneggerai ciò che è inaspettato con calma e facilità, liberando la tua vita da qualsiasi aspetto melodrammatico. Cosa accade se impari a dissociarti dalle preoccupazioni sul futuro? Imparerai ad aver fiducia di avere sempre ciò di cui hai bisogno o desideri. Come cambierai? Ti sentirai più tranquillo e privo di preoccupazioni.
Considera che tutte queste qualità sono disponibili per te in questo preciso istante se tu decidi di sceglierle. In questo stato rilassato e di beatitudine, non c’è nulla che ti manchi, tutte le tue necessità sono soddisfatte senza alcuna eccezione.
Prova a vivere ogni momento per quello che è, con un cuore leggero e aperto, e poni attenzione a come questi momenti di rilassamento conducono a maggiore Abbondanza e a gioia senza limiti.
Per aiutarti ad ottenere questo, prenditi un momento per riflettere sui bei momenti: guarda vecchie foto, ascolta la tua canzone preferita, accarezza il tuo gatto, fai una passeggiata o passa del tempo con qualcuno che scalda il tuo cuore. Sperimenta l’allegria di tutto ciò che ami, compreso te stesso. In quanto Essere spirituale, tu non temi nulla perché sai che oggi non c’è nulla da temere e che tutto ciò che esiste nel mondo è Amore.
Preparandoci per la meditazione, poni attenzione al tuo Cuore e concentrati sul pensiero centrale del giorno: Io vivo le mie giornate in serenità e senza preoccupazioni, sapendo che tutto va bene ed è in armonia (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassa dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: SAT CHIT ANANDA – esistenza, coscienza, beatitudine.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra SAT CHIT ANANDA.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: SAT CHIT ANANDA.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Io vivo le mie giornate in serenità e senza preoccupazioni, sapendo che tutto va bene ed è in armonia. Namaste.

Compito: fai un elenco dettagliato di cose che possiedi, materiali, spirituali, tangibili e intangibili. Es: ho uno smartphone per comunicare, ho credito per inviare messaggi, ho grandi amicizie, ho un letto per dormire, ho del cibo, ho amore, ho pace, ho l’acqua calda nella doccia, ho delle provviste personali per la mia cura ecc.
Non c’è un limite massimo o minimo, pensa solo a tutto ciò che ha valore per te.

GIORNO 18 di 21 – Link: Meditazione giorno 18
Mantra: Vivere nell’Unità.
Benvenuti al giorno 18.

Vivendo unicamente nell’ambito fisico, percepiamo il modo attraverso i sensi. In questo modo percepiamo che questa sia l’unica realtà esistente: quella degli Esseri distinti gli uni dagli altri e dell’accesso limitato alle risorse e che, per esempio, se qualcun altro ha un buon esito o incontra l’amore, noi probabilmente non lo incontreremo mai. Ci ritroviamo in una sorta di competizione l’uno contro l’altro che ci impedisce di vivere la reale Beatitudine. In verità, sia a livello molecolare come spirituale, tutti Noi siamo parte di un Uno, condividendo l’unità di uno Spirito onnipresente. Una volta preso coscienza che siamo tutti in connessione, il senso di competizione svanisce, lasciando il posto alla collaborazione e alla coscienza di Unità. In questo modo sappiamo che quando una persona trionfa, tutti trionfiamo. In più, essendo io parte di te, io non esisto senza di te. Proviamo a comprendere servendoci di due leggi: appoggiati l’uno all’altro verticalmente, questi si sostengo, ma se se ne toglie uno, cade anche l’altro.
Nella nostra vita, possiamo comprendere questo pensando alla famiglia: nella realtà spirituale più profonda si è visceralmente legati con il resto del mondo così come lo si è con i propri genitori fratelli e sorelle, e il successo di uno è quello di tutti. Consapevoli di questo, viviamo in unità, celebrando i successi di tutti.
Avvicinandoci a questa idea di Unità Vivente, il nostro Io individuale è sostituito da un Io Universale. Sviluppiamo sincere sensazioni di connessione con gli altri e una maggiore empatia con il prossimo, condividendo trionfi e allegria. Ci interessiamo genuinamente alla sua vita, manifestando la nostra attenzione senza distrazioni, porgendo il nostro aiuto quando necessario. In questo stato, i miracoli sono frequenti. Possiamo creare qualsiasi cosa desideriamo, inclusa l’Abbondanza in qualsiasi forma scegliamo. I miracoli accadono perché viviamo nell’amore, servizio e compassione. La comprensione dell’Unità genera un potere enorme: quando un numero sufficiente di persone si rende conto davvero che tutti siamo parte di un Uno dimenticando l’individualità, si può ottenere una massa critica di Coscienza Generale che non solo aiuta la nostra vita, ma aiuta a salvare l’intero mondo.
Dedica un attimo ad imparare come vivere in Unità: sii presente e genuinamente interessato alla vita degli altri quando parli con loro; nelle conversazioni dedica agli altri la tua totale attenzione, e se hai l’impressione che qualcuno necessiti d qualcosa, offrigli il tuo aiuto. Coltivare questo, ti farà percepire in modo più profondo cosa sia vivere nella vera Unità.
Preparandoci per la meditazione, poni attenzione al tuo Cuore e concentrati sul pensiero centrale del giorno: Io celebro la mia Unità con la vita sapendo che tutti siamo parte di un Uno (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassa dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: TAT TVAM ASI– Tu sei Quello.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra TAT TVAM ASI.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: TAT TVAM ASI.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Io celebro la mia Unità con la vita sapendo che tutti siamo parte di un Uno. Namaste.

Compito: scrivi una lettera al tuo PAESE di origine, dove esprimi tutti i tuoi sentimenti positivi e/o negativi. Scrivi tutto ciò che vuoi.

GIORNO 19 di 21 – Link: Meditazione giorno 19
Mantra: Vivendo nell’Amore.
Benvenuti al giorno 19.

Un sacerdote indù diceva ai suoi discepoli: “la Vita è Amore, l’Amore è Vita”. Cosa tiene unito il corpo se non l’Amore? Cos’è il desiderare se non l’Amore per se stessi? Cos’è la conoscenza se non l’Amore per la verità? I modi e le forme si possono confondere, ma il motivo che dà senso è sempre l’Amore, l’Amore per me stesso e per ciò che è mio. Il Me e il Mio possono essere qualcosa di minimo, ma possono anche esplodere e coinvolgere l’Universo intero mantenendo l’Amore invariato poiché questa è la forza più potente dell’Universo. L’Amore può sanare, ispirare, avvicinarci all’Io superiore: l’Amore è un dono eterno senza prezzo per noi stessi e per gli altri e quando viviamo sinceramente l’Amore, ritroviamo noi stessi. Così come una fiammella può bruciare un cespuglio che dà fuoco ad un immenso bosco, una fiammella d’Amore è tutto ciò che occorre per viverlo in piena forza, in tutti i suoi aspetti, terreni e divini. La pratica di vivere nell’Amore esemplifica l’Abbondanza illimitata dell’Universo. Non importa quante persone tu ami, l’Amore non terminerà mai perché nell’essenza del tuo Essere, tu sei Amore puro. Nell’antica India l’estasi dell’Amore si chiamava Ananda o coscienza paradisiaca. Gli antichi profeti credevano che gli essere umani erano chiamati ad essere parte dell’Ananda costantemente. Vivendo una vita con Amore per tutti gli Esseri ci permette di realizzare la vera natura del nostro Spirito: SAT CHIT ANANDA – esistenza, coscienza, estasi. Vivendo nell’Amore attrai più Benessere per te stesso, per questo, per vivere la vera Abbondanza nella tua vita, vivi l’Amore per il quale tu sei stato creato: Tu sei Amore e osserva come in questo modo può scorrere differentemente la tua vita. Inizia a vivere nell’Amore oggi, semplicemente offrendo una parola gentile, un pensiero a tutti quelli che incontri, riconoscendo che la cosa più importante che tu possa dare è l’Amore.
Preparandoci per la meditazione, poni attenzione al tuo Cuore e concentrati sul pensiero centrale del giorno: Oggi ricorderò di amare qualsiasi Essere e qualsiasi cosa con cui entrerò in contatto (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassa dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: SAT CHIT ANANDA – esistenza, coscienza, estasi.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra SAT CHIT ANANDA.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: SAT CHIT ANANDA.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Oggi ricorderò di amare qualsiasi Essere e qualsiasi cosa con cui entrerò in contatto. Namaste.

Compito: leggi questo racconto almeno 2 volte, rifletti sul suo messaggio e sulla tua vita e metti per iscritto le riflessioni che ne conseguono.

GIORNO 20 di 21 – Link: Meditazione giorno 20
Mantra: Vivendo il Lusso.
Benvenuti al giorno 20. Quando pensi di meritartelo ti circondi di confort e piaceri piu di quanto sia veramente necessario. Il lusso in quanto tale, non è detto che debba essere qualcosa di materiale, non significa solo avere un’auto costosa o una casa opulenta, ma può essere anche il dolce profumo dei fiori raccolti in giardino, una goccia di olio essenziale in un bagno caldo, un pezzo di buon cioccolato o di piacebole musica. Questi elementi lussuosi hanno poco valore monetario ma un gran significano.
Ti senti pronto per questo tipo di lusso?

Il lusso è uno stato naturale e un detto dice “ogni persona è come un pezzo d’oro”. L’oro puro è nella sua essenza creato a partire dall’Amore dell’Universo: l’oro è brillante e apprezzato come lo sei tu. Esistendo come un Tesoro, tu meriti tutto ciò che ti offre il mondo. Da questo punto di vista, tu sai che elevando te stesso, elevi la qualità della tua vita. Il tuo mondo esteriore potrà favorire in te il convincimento che tu sia un essere prezioso, parte dell’Abbondanza. Prova a vivere oggi stesso un lusso, prenditi un momento per fare qualcosa per te stesso, qualcosa che consideri un lusso: fai un bagno pieno di schiuma, incontra degli amici per un te o distraiti nel guardare il tuo vecchio film preferito, fai una lunga passeggiata. Fa che questo diventi un’abitudine, vedrai che tanti piccoli lussi daranno alla tua vita molto di più, riconoscerai te stesso come un essere meritevole e degno di conseguire Amore e Abbondanza.
Preparandoci per la meditazione, poni attenzione al tuo Cuore e concentrati sul pensiero centrale del giorno: Io celebro la mia Unità con la vita sapendo che tutti siamo parte di un Uno (2x).
Dunque, iniziamo.
Per favore, trova una posizione comoda, rilassa dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Dolcemente, inserisci questo mantra ripetendolo mentalmente, permettendogli di fluire con facilità e senza sforzo: TAT TVAM ASI– Tu sei Quello.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra TAT TVAM ASI.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: TAT TVAM ASI.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Portando avanti la tua giornata, porta con te questa sensazione ricordando a te stesso il pensiero centrale di oggi: Io celebro la mia Unità con la vita sapendo che tutti siamo parte di un Uno. Namaste.

Compito: scegli una persona che tu consideri in difficoltà, che non sta bene con se stessa, che si lamenta della vita, e condividi con lei il racconto del compito 19. Rifletti su ciò che consegue da questo confronto.

GIORNO 21 di 21 – Link: Meditazione giorno 21
Mantra: Benvenuti al giorno 21. Congratulazioni per aver terminato il cammino di 21 giorni di Deepak Chopra: creando Abbondanza.
Per noi è stato un regalo condividere con te questa bella esperienza di mediazione, tu hai posto le radici affinché l’Abbondanza si manifesti nel quotidiano e preso consapevolezza che l’Abbondanza è assicurata, in quanto tuo diritto di nascita. Tu hai imparato come entrare in contatto con il tuo Io interiore ed esprimersi realmente come un Essere abbondante: qualcuno con in grado di arricchire la vita altrui e di favorire un cambio positivo nel mondo. Oggi avremo una meditazione di visualizzazione nel quale porre i semi reali dell’Abbondanza per crescere nell’Amore, nella Felicità e in qualsiasi cosa tu desideri.

Iniziamo. Siediti comodamente e chiudi gli occhi lentamente inspirando ed espirando dolcemente. Lascia andare ogni pensiero. Lascia che la tua mente ti trasporti in un prato  stupendo, tanto tranquilla e piacevole da invogliarti a sederti sull’erba e godere del suo splendore. Il suolo appare morbido e rigoglioso, tanto da affondarci le dita percependo la connessione con la Terra. Hai con te una bustina di semi di tutti i tipi: gratitudine, apprezzamento, Amore, pace, ricchezze materiali, interconnessioni, armonia, salute, benessere e beatitudine.
Apri la bustina, metti i semi nella mano e lo spargi su un suolo fertile. Tu hai fiducia che dopo aver seminato, il sole e la pioggia li nutriranno fino a diventare piante rigogliose. Deliziando delle squisite fragranze del prato, prima di andartene, ripeti silenziosamente queste parole dopo di me tentando di relazionarti con l’essenza profonda del tuo cuore: Io sono Abbondanza illimitata, Io sono pieno di felicità, Io sono esclusivamente Benessere, Io sono Amore incondizionato, Io sono completa Armonia, Io sono pace interiore.
Ora respira lentamente e profondamente dal naso ripetendo in silenzio il suono “SO”. Successivamente espira lentamente dal naso, ripetendo in silenzio il suono “HUM”.
Continua lasciando fluire il tuo respiro lentamente ripetendo SO all’inspirazione e HUM all’espirazione.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra SO HUM.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: SO HUM.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi. Hai piantato i semi dell’Abbondanza nel ventre della Creazione dove certamente cresceranno facilmente e senza sforzo. Abbi fiducia che tu, in qualsiasi momento ti possa connettere con questa fonte, la tua reale essenza. Avvicinandoci alla conclusione di questo cammino, lascio un ultimo pensiero centrale che fungerà da promemoria rispetto a tutto ci che abbiamo esplorato insieme: In ogni momento di ogni giorno io vivo la mia vita abbondantemente. Namaste.

Compito: ripensa a questi 21 giorni, ai compiti svolti o non svolti, alle meditazioni e alla quotidianità: cosa ti lascia questa esperienza? Cosa hai appreso o compreso di te stessi e della tua vita?

GIORNO 22 di 21 – Link: Meditazione giorno 22 – versione in turco
Mantra a sorpresa: Conclusa questa fase di trasformazione miracolosa lunga 3 settimane, voglio inviarvi ad una visualizzazione per la meditazione di oggi: felicità e umanità. Questa meditazione è dedicata alla trasformazione dell’energia della Terra condividendo la nostra presenza amorosa e pacifica con la comunità globale. La felicità aiuta a formare il nucleo dell’abbondanza: se creiamo la visione del mondo che vorremmo e la poniamo nei nostri cuori, questa si realizzerà.

Iniziamo. Per favore, trova una posizione comoda, rilassa dolcemente le braccia sul grembo con il palmo delle mani rivolto verso l’alto e chiudi gli occhi. In questo momento dirigiti nella parte più intima del tuo Essere, in quel luogo di quiete interiore dove sperimenti la connessione con il tuo Io Superiore. Lascia andare tutti i pensieri, e inizia a concentrarti sull’entrata e l’uscita del tuo respiro. Con ogni inalazione ed esalazione lasciati andare ad uno stato di maggiore rilassamento, comodità e pace.
Inizia ad immaginare una luce che si irradia dal centro della Terra. Tutti ci riuniamo intorno a lei tenendoci per mano. Questa luce splendente è il riflesso di tutta l’Abbondanza che fluisce attraverso ogni singola persona del pianeta: è l’essenza della nostra espressione Namaste, la luce divina che è in me si unisce alla luce divine che è in te. Guardandoci intorno notiamo la moltitudine di persone di tutte le nazioni che manifestano sicurezza, sorridenti, speranzose, ispirate. Tutti siamo Uno.
Rivolgiamo ora l’attenzione ad una maggiore Compassione, Comprensione, Gioia, Amore, Uguaglianza, Pace, Abbondanza – una comunità mondiale più giusta e sostenibile. Lanciamo la nostra intenzione unitaria permettendo all’Universo di agire sui dettagli.
Ora respira lentamente e profondamente dal naso ripetendo in silenzio il suono “SO”. Successivamente espira lentamente dal naso, ripetendo in silenzio il suono “HUM”.
Continua lasciando fluire il tuo respiro lentamente ripetendo SO all’inspirazione e HUM all’espirazione.
Quando senti che ti stai distraendo con pensieri, sensazioni fisiche o rumori nell’ambiente, semplicemente riporta la tua attenzione a continuare a ripetere il mantra SO HUM.
Per favore, continua con la tua meditazione. Io terrò il tempo e alla fine mi sentirai suonare una campanella per segnalare che puoi smettere di ripetere il mantra: SO HUM.
[dopo la campanella finale]
E’ tempo d lasciar andare il mantra. Riporta la coscienza nuovamente al tuo corpo. Concediti un momento per riposare inspirare ed espirare profondamente. Quando ti senti pronta o pronto, apri lentamente gli occhi.
Grazie di aver preso parte a questa trasformazione globale, alla nostra visualizzazione condivisa per l’Abbondanza ed il Benessere mondiale. E’ stato per me un privilegio averti guidato nelle ultime tre settimane. Portando avanti la tua vita, continua a portare avanti la connessione condivisa con tutta l’Umanità e godi del tuo desiderio naturale di donare, ricevere ed essere parte dell’espansione della felicità di tutto il nostro pianeta. Per favore, lascia che il pensiero centrale di oggi rimanga con te per sempre: Con l’elevare la mia coscienza dell’Abbondanza do il mio contributo per risanare il mondo. Namaste.

11 pensieri su “21 giorni di Abbondanza, la catena social di meditazione che ti spinge a migliorare la tua vita: le singole tappe e la mia esperienza

  1. Ti hanno segato tutti i video da Ytube…
    Forse perche Deepak ha tanto bisogno di abbondanza e quindi vuole vendere i corsi… altrimenti come fa a vestirsi da fighetto come ho visto nella sua ultima intervista

    "Mi piace"

    1. Grazie della segnalazione. Del resto è un suo prodotto ed è anche giusto che ci guadagni. Appena possibile vedrò se sono disponibili altri link, se no amen, le traduzioni rimarranno qui disponibili e cercherò di inserire adeguati basi di meditazione!

      "Mi piace"

  2. Sono stata inserita in un gruppo di 21 giorni di abbondanza da mia figlia.Ho detto si per condividere una cosa con lei .ora vedo con gioia che è iniziato un nuovo discorso tra noi.sotteso alla pratica o grazie ad essa e ne sono felice.Avendo frequentato dei gruppi buddisti ho ritrovato moltidei concetti che conoscevo.Devo dire che la pratica quotidiana di elevarsi a pensieri di positività e potenzialità infinita é una cosa molto bella.Ho sperimentato personalmente che se le lasci andare le persone e le cose poi arrivano.Uno dei miei difetti è giudicare.Perció non voglio soffermarmi su eventuali critiche al creatore del programma.Voglio invece allargare il cuore e,con fiducia, vivermi i benefici della pratica meditativa.Penso che continuerò a meditare.stavolta con costanza.Ogni bene ed abbondanza a voi

    "Mi piace"

    1. Grazie mille Giuseppina per la tua preziosa testimonianza. Hai ragione, meglio andare avanti concentrandoci solo su quanto di buono e positivo possiamo raggiungere nelle nostre vite, tutto il resto lasciamolo andare… soprattutto in questi giorni in cui di negatività ne assorbiamo già abbastanza. Ti abbraccio forte! 🙂

      "Mi piace"

      1. Oggi ho concluso i 21 giorni.Man mano che procedevo e vivevo con gratitudine,gioia ed amore verso gli altri ho visto cambiare situazioni e persone intorno a me.Spero che i miei semi diventino querce forti e ombrose.Vi abbraccio.Gioia ed abbondanza a voi😀

        "Mi piace"

      2. Dall’entusiasmo che traspare dalle tue parole, si capisce che i buoni presupposti affinchè ciò accada ci sono tutti!! 😀 ti faccio un grande in bocca al lupo per il tuo futuro!! 🙂

        "Mi piace"

  3. buon pomeriggio… anche io sono stata inserita in un gruppo dei 21 giorni da una mia amica. sono al 17′ giorno … mi piace avere questi appuntamenti . Sono stati occasione per pensare, riflettere su tante cose. Non ho creato il gruppo per mio conto … non mi e’ piaciuto e mi dava l’idea di una catena. La mia amica e’ stata “permissiva” e questo mi e’ piaciuto molto.
    Mi sono accorta di non aver seguito tutto il percorso bene: posso rifarlo e nel caso anche da sola ?
    grazie
    Maria

    "Mi piace"

    1. Ciao Maria! Ma certo che puoi rifare il percorso quanto vuoi 🙂 chi te lo proibisce? Se ti fa stare bene poi, non c’è nulla di male e ti dirò, forse farlo da sola una seconda volta è anche meglio perché ti concentri davvero su te stessa. Vai tranquilla 🙂 un caro saluto!

      "Mi piace"

  4. Ciao ieri ho finito il percorso dei 21 giorni
    Mi chi
    E devo se è di 21 giorni perché dovrei fare quella del 22°? In più non c è meditazione in italiano…. Grazie se avrai voglia di rispondere

    Giovanna ☺️

    "Mi piace"

    1. Ciao Giovanna, scusami se ti rispondo solo ora. La meditazione del giorno 22 è una meditazione conclusiva, utile a concentrarsi una volta per tutte sull’intero percorso. Purtroppo sì, hai ragione, mancano le meditazioni in italiano, è per questo che ho cercato di tradurle! Un saluto a te 🙂

      "Mi piace"

  5. Grazie, Giancarla, per il tuo lavoro di traduzione in italiano dei 21 giorni sulla Creazione dell’Abbondanza!
    E’ stata la base da cui sono partita per la traduzione, che ho curato per il gruppo con cui abbiamo appena concluso questo bellissimo percorso. Se mi scrivi, ti mando volentieri il file: penso possa essere utile a chi inizia e non è molto sicuro di aver capito…
    Namastè!
    Alessandra Morini

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...